Quando si parla di web, o internet se preferite la vecchia maniera, di siti, di computer ed in generale di informatica, c’è un solo unico film al quale fare riferimento. Lo sapete tutti, perciò non serve che ve lo dica (e se non lo sapete forse vi conviene recuperare questa vitale informazione).

Alla domanda di Neo “Che cos’è Matrix?”, Morpheus rispose così:

“È il mondo che ti è stato messo davanti agli occhi per nasconderti la verità.”

Vi chiederete cosa c’entri con i siti web.

  • Regola n.1: Matrix c’entra sempre.
  • Regola n.2: Matrix è l’esempio perfetto per capire quanto il mondo informatico e la rete siano essenziali ai giorni nostri.

Immaginate che il vostro sito web sia proprio come Matrix: un sistema creato ad hoc per far credere alle persone quello che volete voi. Detto questo: qual è la caratteristica essenziale che il sito dovrà avere affinché le persone non si accorgano della finta realtà che gli è stata messa davanti?

Semplice: non dovrà avere errori.

E qual è l’errore più frequente nei siti che fa perdere visualizzazioni, visitatori ed infine potenziali clienti? La scarsa USABILITÀ del sito stesso, quando per usabilità si intende “condizione preliminare al suo effettivo utilizzo da parte dell’utente e, in termini di produttività, al realizzarsi stesso del guadagno.”

Un sito web memorabile è un sito in grado di assorbire completamente il visitatore su tutti i canali a sua disposizione. Il che significa che un sito memorabile è un sito web responsive.

Diamo una veloce definizione.

Un sito web responsive è un sito che si adatta al template del dispositivo dal quale viene visualizzato. In poche parole, l’interfaccia del sito è creata in modo tale da fornire diverse modalità di visualizzazione, così da rendere il sito navigabile da PC, notebook, tablet ed infine smartphone.

Quando si parla di adattamento non si intende solo una modifica di pixel, bensì la trasformazione del template tale da rendere possibile la lettura e la navigazione generali.

Perché è così importante questo RESPONSIVE? Le risposte sono molteplici:

  • Responsive è memorabile perché ormai tutti noi navighiamo quasi ed esclusivamente da mobile, e se un sito non si vede da mobile non è raggiungibile da quel “tutti noi”, ossia non lo vede nessuno.
  • Responsive è memorabile perché se quel “tutti noi” viene sommato alla percentuale di persone che ancora naviga/acquista/legge/si informa da Desktop, la somma è decisamente più ampia. Più persone che visitano il sito, più potenziali clienti.
  • Responsive è memorabile perché quel famoso “tutti noi” adora navigare da mobile, e se trova un sito figo da mobile, molto probabilmente ci torna più spesso. E se oltre al sito si ha anche un e-commerce figo e responsive, il gioco è fatto. Conversioni e vendite a gogò ogni qualvolta il potenziale cliente si sdraia sul divano (o va in bagno, genericamente).
  • Responsive è memorabile perché altrimenti Mamma Google e Papà Facebook ti fanno fuori. Staccano la spina. Ti scollegano da Matrix. Gioco finito.
  • Responsive è memorabile anche per noi, che lavoriamo nel back-end, e perciò già di nostro andiamo avanti a pane e bestemmie, perché complicarci ancora di più la vita con siti obsoleti? (Vi prego!)
  • Responsive è memorabile e per sempre.

Detto terra terra? Il vostro sito web deve vedersi e leggersi bene su tutti i dispositivi. Pena la perdita di potenziali clienti e, diciamocelo fra noi, anche una grossa figura di… Nutella.

Come capire se il vostro sito web è ottimizzato per tutti i dispositivi o, come va di moda dire adesso, è mobile-friendly? A casa Google, ovviamente. Vi basterà seguire il seguente link, inserire l’URL del sito web ed aspettare.

I risultati potrebbero essere due e questo significa che avete il 50% di possibilità di fallire miseramente.

  1. Se il sito è figo anche su mobile, Google vi risponderà con un bel semaforo verde.
  2. Se diversamente il sito è più vecchio di vostra nonna, il semaforo sarà rosso e comincerete a pensare che la nonna in cucina non la batte ancora nessuno, a differenza del vostro sito che invece lo battono tutti, ma proprio tutti.

A questo punto si aprono solo due vie davanti a voi, e quindi di nuovo avete il 50% di possibilità di vincere o fallire.

  1. Pillola Azzurra. Fine della storia: secondo te il sito responsive e figo non sono importanti e non c’entrano nulla con l’acquisizione di nuovi clienti. Domani ti sveglierai nella tua bella azienda, e crederai a quello che vorrai.
  2. Pillola Rossa. Senti che ho ragione e vuoi cambiare la tua situazione. Resti nel paese delle meraviglie, contatti Memorabilia e insieme a me scoprirai quant’è profonda la tana del Bianconiglio.

Ti sto offrendo solo la verità, ricordalo. Niente di più.

Credits:

Immagine: sito web zipshield.it